Compravendite immobiliari: il ruolo del notaio

Compravendite immobiliari il ruolo del notaio
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La conclusione delle compravendite immobiliari è una delle operazioni più comuni dal notaio: è infatti nel momento della transazione definitiva di compravendita (e nelle sue tappe di avvicinamento) che la maggior parte delle persone ha il suo primo incontro con il pubblico ufficiale.

In tale ambito si è soliti rendersi conto come il ruolo del notaio nelle compravendite immobiliari non si limiti a quello di mero esecutore o formalizzatore delle volontà delle parti, bensì di consulente e supporto professionale in tutte le fasi che conducono alla conclusione dell’acquisto o della vendita di un immobile: la compravendita è infatti un’operazione molto complessa e ricca di particolarità che, senza l’ausilio di un esperto come un notaio, difficilmente potrebbero essere affrontate e gestite con la stessa specificità e consapevolezza.

Ecco dunque che, proprio per garantire il maggiore livello di sicurezza nelle parti, il notaio gioca un ruolo decisivo, assicurando il buon esito dell’operazione di compravendita attraverso le sue funzioni professionali, imparziali e competenti.

Attraverso la sua competenza e la sua professionalità il notaio potrà fornire alle parti interessate dall’operazione di compravendita tutte le spiegazioni sui diritti e sugli obblighi delle parti, assicurando la tutela e il soddisfacimento degli interessi e delle aspettative di entrambe.

Proprio per questo motivo è importante, fin dai primi passi del proprio percorso di realizzazione del sogno immobiliare, condividere con il notaio e con i consulenti qualificati i propri obiettivi, ottenendo da essi tutto il sostegno necessario per arrivare con serenità al compimento di una compravendita.

Ricorda infatti che qualsiasi operazione, anche quella apparentemente più semplice, riveste delle particolarità e delle specificità che potrebbero tramutarsi in vere e proprie insidie qualora sottovalutate dalle parti. È dunque indispensabile, prima di apporre la propria firma su qualsiasi documento, consultare il notaio e ogni esperto di settore al fine di scongiurare il pericolo di porre in essere dei passi che potrebbero rivelarsi fatali per creare malumori, insoddisfazioni e cattive sorprese nel corretto compimento della propria operazione dei sogni: dopo la firma di una proposta o di un’accettazione, infatti, la situazione diventa irreversibile.

A titolo di esempio non esaustivo, sul notaio ricadono le verifiche sul bene oggetto di compravendita, assicurando le parti che non vi siano formalità pregiudizievoli. Ancora, sul notaio incombono i controlli sulla regolarità urbanistica, edilizia e catastale dell’immobile, tenendo a mente che la legge impedisce o limita la commerciabilità di immobili che presentino abusi o difformità catastali.

Il notaio effettua altresì un’ulteriore serie di controlli diversificati, dai poteri di firma alla capacità dei soggetti che stipulano il contratto, dall’adempimento delle norme sulla prestazione energetica al regime tributario a cui il contratto è assoggettato.

Proprio per questo motivo la scelta del notaio diviene un momento fondamentale per assicurarsi la corretta esecuzione della compravendita immobiliare. Una scelta che è di norma demandata alla parte acquirente, essendo la stessa onerata dal pagamento dei compensi che spettano al professionista, salvo diverso accordo tra le parti.

Ti è piaciuto questo articolo?
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Rispetiamo la tua privacy
Informativa Privacy e Cookie
Olona Case Immobiliare
Seguici

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •